26 Aprile Apr 2015 2337 2 years ago

A Gutierrez e Kollmann la Tiliment Marathon

Doppietta Selle San Marco nella gara maschile con Ferraro al secondo posto, terzo Lakata – Sommer e Veronesi ai posti d’onore del podio femminile

Tiliment2015

Spilinbergo (PN) (26/4) - La settima edizione della Tiliment Marathon è diventata una delle manifestazioni più importanti non solo d'Italia ma anche d'Europa in quanto per la prima volta è stata inserita all'interno del calendario delle UCI Marathon Series. Non è un caso se al via si sono presentati tantissimi stranieri pronti a portarsi a casa la vittoria, invece non ci sono riusciti in quanto la corsa ha visto grande protagonista il team Selle San Marco Trek.

La formazione vicentina che ha iniziato la stagione alle grande, vincendo in Portogallo, Spagna e ovviamente Italia ha piazzato due suoi top riders nelle prime due posizioni. La gara l'ha vinta lo spagnolo Ivan Alvarez Gutierrez e alle sue spalle è arrivato Damiano Ferraro che avrebbe passato per primo il traguardo se non fosse stato attardato da una foratura ai -6km da Spilinbergo. Terzo il vice campione del mondo, l'austriaco Alban Lakata.

Durante i primi 45 km la Tiliment Marathon è stata condotta dal gruppo, poi quando si è entrati nel vivo della gara, ossia quando iniziava la prima salita che precedeva quella lunga che doveva fare la differenza, davanti sono rimasti un italiano e tre stranieri di due diverse squadre. Damiano Ferraro e lo spagnolo Ivan Alvarez Gutierrez indossavano la casacca nero-verde del team Selle San Marco Trek mentre il portoghese Tiago Ferreira e il greco Periklis Ilias vestivano la divisa della Protek, la squadra con base a San Severino Marche, diretta da Andrea Marconi.

Seguiva una discesa e l'inizio della lunga e temuta asccesa sul monte Pala, quì Ferraro apriva il gas e solo il lusitano Ferreira riusciva a tenere il suo ritmo. Sul G.P.M. l'elite trevigiano riusciva a scrollarsi di dosso anche il corridore della Protek e nella successiva lunga e tecnica discesa, resa insidiosa dalle piogge, creava il vuoto dietro di se. Ferreira veniva infatti segnalato a quasi tre minuti.

Nel frattempo Gutierrez sorpassava il portoghese e la corsa si avvicinava alla conclusione, restavano infatti gli ultimi 11 km che in pianura portavano al traguardo di Spilinbergo. Ferraro con tre minuti di vantaggio da amministrare stava già assaporando il gusto di un'altra vittoria, quando ai -6 entrava in un'incubo. Una foratura lo costringeva ad un improvviso stop, grazie al fast ripartiva velocemente ma ai -3 la sua gomma era di nuovo a terra. Lo raggiugeva e sorpassava il suo compagno Gutierrez inseguito a breve distanza dal gruppo comprendente Lakata, Ferreira, Kaufmann e Longo.

Mentre Gutierrez andava a vincere, Ferraro riusciva a ripartire e con la ruota quasi a terra, riusciva miracolosamente a concludere in seconda posizione, sedici secondi prima della volata per la terza piazza.

Alban Lakata conquistava il terzo gradino del podio, precedento Tiago Ferreira, il tedesco Markus Kaufmann e Tony Longo (nella foto Alessandro Billiani a sinistra il podio).

Ivan Alvarez Gutierrez: "Non sono uno scalatore e ho patito un po' nella prima parte di gara, il percorso era molto tecnico e ho spinto a tutta nel finale, non sapendo che il mio compagno di squadra Ferraro aveva forato. Quando l'ho passato non sono riuscito ad aiutarlo e temendo nella rimonta finale del gruppetto inseguitore ho proseguito fino all'arrivo".

Damiano Ferraro: "Ero praticamente sicuro di vincere, poi c'è stata prima la foratura e poi la gomma che si è risgonfiata e tutto è sfumato. Ovviamente sono amareggiato ma mi posso consolare visto che ha vinto comunque la mia squadra con Ivan,"

Alban Lakata: "Complimenti per il percorso, molto tecnico soprattutto nelle parti all'interno del fiume Tagliamento. Ho preferito non prendere rischi fino a metà corsa; poi ho cercato la rimonta ma davanti avevano già un margine rassicurante. Questo terzo posto mi fa piacere perché dimostra che la mia condizione di forma è in crescendo in vista dei campionati europei e mondiali".

MARATHON DONNE - 104 chilometri non solo per gli uomini ma anche nella femminile. Partivano forte Elena Gaddoni e Katarzina Sosna, ma quando iniziava la parte centrale della gara, quella dove bisogna spingere in salita, prendeva il comando con autorità l'austriaca Christina Kollmann (Fill-Scott) che alla fine vinceva dopo essere rimasta in sella per 5 ore 27 minuti e trenta secondi. In seconda posizione, staccata di ben quattro minuti arrivava la campionessa nazionale austriaca Sabine Sommer (Sportlehner.at) mentre sul terzo gradino del podio saliva la maglia tricolore, quella indossata da Daniela Veronesi (Torpado), quarta alle sue spalle Elena Gaddoni (Scapin Soudal Pro Racing team). Quinto posto per la seconda atleta Torpado Katazina Sosna, che è caduta.

"Sono soddisfatta, oggi c'era un parterre d'eccezione al via" - queste le prime parole di Daniela Veronesi, la prima italiana oggi sull'arrivo di Spilimbergo - "La salita era lunghissima e io non essendo una scalatrice pura ho sofferto, sopratutto nel finale. Nella prima parte di gara invece stavo molto bene. Questo è un risultato importante, a conferma che la condizione sta crescendo. Oggi è stata davvero una battaglia, dall'inizio alla fine. Complimenti per il percorso, davvero molto tecnico".

LA GRANFONDO - C'era anche la granfondo che ha visto i bikers impegnati su una distanza decisamente più abbordabile, bisognava infatti pedalare "solo" per 52 chilometri. La gara maschile ha visto come protagonisti tre under 23 friulani: Michele Marescutti (Trivium Froggy Line), Nadir Colledani (Selle San Marco Trek) e Moreno Pellizzon (Team Focus). Quest'ultimo cadeva nel finale e si ritirava mentre la corsa veniva vinta allo sprint da Michele Marescutti che regolava Nadir Colledani, che ieri a Roma a corso su strada il Gp Liberazione su strada con la nazionale di ciclocross. Sul terzo gradino del podio è salito Adriano Caratide (Repartosport-Lee Cougan). La corsa rosa registra invece l'affermazione del GS Forestale - Cicli Olympia Vittoria con Alessia Bulleri.

FONTE: www.pianetamountainbike.it

MARATHON UOMINI

1 Ivan Alvarez Gutierrez Team Selle San Marco-Trek 4:23:51
2 Damiano Ferraro Team Selle San Marco-Trek 4:24:11
3 Alban Lakata Team Topeak Ergon 4:24:27
4 Tiago Ferreira Team Protek 4:24:32
5 Markus Kaufmann Team Centurion-Vaude 4:24:33
6 Tony Longo Bianchi I.Idro Drain 4:24:44
7 Samuele Porro Silmax X-Bionic Racing Team 4:27:00
8 Mirko Tabacchi Forestale Cicli Olympia Vittoria 4:27:00
9 Christoph Soukup Hitec Team 4:28:23
10 Hermann Pernsteiner Team Centurion Vaude 4:29:13
11 Nicholas Pettina' Forestale Cicli Olympia Vittoria 4:31:30
12 Diego Alfonso Arias Cuervo Repartosport-Leecougan 4:32:03
13 Daniel Geismayr Team Centurion-Vaude 4:32:11
14 Hector Leonardo Paez Leon Bianchi I.Idro Drain 4:32:12
15 Luca Ronchi Repartosport-Leecougan 4:32:20
16 Juri Ragnoli Scott Racing Team 4:36:50
17 Jochen Käss Team Centurion-Vaude 4:37:32
18 Diego Cargnelutti A.S.D. Bandiziol Cycling Team 4:39:03
19 Mirko Farnisi Team Lombardo Bike 4:40:33
20 Massimo Debertolis Wilier Force Squadra Corse 4:40:34

MARATHON DONNE

1 Christina Kollmann Fill-Scott Racing Team 5:27:30
2 Sabine Sommer Www.Sportlehner.At Arbö Freistadt 5:31:34
3 Daniela Veronesi Torpado Factory Team 5:35:08
4 Elena Gaddoni Scapin Soudal Pro Racing Team 5:35:15

5 Sosna Katazina (Torpado Factory Team)

GRANFONDO UOMINI

1 Michele Marescutti Trivium - Froggy Team 1:54:02
2 Nadir Colledani Team Selle San Marco-Trek 1:54:03
3 Adriano Caratide Repartosport-Leecougan 1:54:33
4 Riccardo Ridolfi Prd Sport Factory Team 1:57:48
5 Denis Vogrig Asd Valchiaro Torreano 1:58:28
6 Nicola Dalto G.S.Cicli Olympia 1:58:29
7 Claudio Cucinotta A.S.D. Bandiziol Cycling Team 1:58:31
8 Silvio Wieltschnig Sc Hermagor 1:58:32
9 Davide Nardei Trivium - Froggy Team 1:59:55
10 Matteo Mandatori Prd Sport Factory Team 2:00:07

GRANFONDO DONNE

1 Alessia Bulleri Forestale Cicli Olympia Vittoria 2:15:04
2 Julia Wieltschnig (Aut) Asvö-Öamtc-Sc-Hermagor 2:20:53
3 Claudia Andolina Team Lombardo Bike 2:21:09
4 Katharina Alberti Rgs Olympiapark Munchen 2:25:09
5 Alessandra Teso A.S.D. Salese Cycling Fpt 2:29:43
6 Nicol Guidolin Asd Gruppo Vulkan Mtb 2:30:45
7 Emily Corazzin Conegliano Bike Team 2:30:58
8 Tamara Rucco Bike Team 53.3 2:33:08
9 Giovanna Troldi G.S.Cicli Olympia 2:33:59
10 Barbara Lustri Livorno Bike Asd 2:34:26