19 Giugno Giu 2017 0821 3 months ago

Campionato Veneto Eliminator: Segat e Pagotto in luce

Vincono rispettivamente il titolo tra Open e Donne. Affermazioni anche per Andrea Sfoggia (Master), Edoardo Tagliapietra (Esordienti) e Cristian Bernardi (allievi)

TUTTI I CAMPIONI VENETI

Martellago (Venezia) - I veneziani Gaia Pagotto (Team Velociraptors - Torre di Mosto), tra le Donne, Andrea Sfoggia (Diamond Team - Zelarino), tra i Master ed Edoardo Tagliapietra (Centro Sportivo Libertas Scorzè), tra gli Esordienti ed i trevigiani Simone Segat (Cube Crazy Victoria Bike - Vittorio Veneto), tra gli Open e Cristian Bernardi (Mtb Club Gaerne - Maser), tra gli Allievi sono i nuovi campioni veneti Xc della specialità Eliminator. Si sono affermati sabato pomeriggio in occasione dei Campionati Regionali del settore svoltisi nel Passante Verde di Martellago, in provincia di Venezia ed organizzati dal Centro Sportivo Libertas Scorzè con la regia di Mario Pollon, Danilo ed Igino Michieletto.

E' stata una manifestazione molto bella e spettacolare svoltasi su un velocissimo ma impegnativo circuito di 700 metri che presentava alcune difficoltà. I concorrenti, inoltre, prima di accedere alle finali che hanno determinato i vincitori sono stati impegnati nelle gare cronometrate che, a loro volta, hanno composto le griglie per le batterie di qualificazione (di 4 concorrenti) e quindi le semifinali.

Tra gli Open in finale è stata battaglia tra gli Under23. Segat, in particolare, ha preceduto Andrea Roccon (Perla Verde) e Luca Cerri (Lugagnano). Tra le Donne, invece, la Junior Gaia Pagotto si è lasciata alle spalle l'Elite Noemi Pilat (Cube Crazy Victoria Bike), la Master Deborah Soligo (Team Macro) e l'Elite Giovanna Michieletto (Four Es Racing Team). Qust'ultima, beniamina di casa, è stata bersagliata dalla sfortuna in quanto è stata vittima di una caduta nel momento più impegnativo della finale.

Tra i Master Andrea Sfoggia non ha avuto problemi ha precedere Erik Paccagnella (Damil-GT Trevisan), Marco Moretto (Spezzotto) ed Andrea Tonel (Sanvitese). Combattuta la finale riservata agli Allievi dove Cristian Bernardi si è imposto davanti ad Alessandro Bona (Pedale Feltrino), Alex Facchinello (Corratec) e Lorenzo Lazzaretti (Pedale Feltrino). Tra gli Esordinti, infine, affermazione di Edoardo Tagliapietra davanti ad Omar Tegon (Maerne-Olmo), Lorenzo Canziani (id), Alex Antonello (Libertas Scorzè) e Daniele Spolaore (id).

A conclusione della competizione il presidente della Federiclismo del Veneto, Igino Michieletto ed il consigliere onorario, Italo Bevilacqua, hanno premiato i protagonisti.

L'Eliminator Cup ha fatto da importante banco di prova per il Campionato Italiano della specialità che si disputerà sabato 24 giugno a Castelbrando (Treviso) a cura della FourEs.

Francesco Coppola

OPEN: 1. Simone Segat (Cube Crazy Victoria Bike) Un; 2. Andrea Roccon (Perla Verde) Un; 3. Luca Cerri (Lugagnano) Un; 4. Andrea Menichetti (Four Es Racing) Un; 5. Michele Maresciutti (id) Un; 6. Manuel Basso (Bike Tribe Salgareda) Un; 7. Dominik Weiss (Zanolini Bike-Waldner) Un; 8. Federico Piccin (Sanfiorese) El.

DONNE: 1. Gaia Pagotto (Team Velociraptors) Jun; 2. Noemi Pilat (Cube Crazy Victoria Bike) El; 3. Deborah Soligo (Team Macro) Ews; 4. Giovanna Michieletto (Four Es Racing Team) El.

MASTER: 1. Andrea Sfoggia (Diamond Team) Elmt; 2. Erik Paccagnella (Damil-GT Trevisan) Elmt; 3. Marco Moretto (Spezzotto) Elmt; 4. Andrea Tonel (Sanvitese) M2; 5. Endes Lorenzon (Rudy Proyect) Elmt; 6. Nicola Marson (Sorriso Bike Team) Elmt; 7. Davde Barberini (Bicimania 1957 Frescada Mestre) M1; 8. Massimo Garbin (Rudy Project) M5.

ALLIEVI: 1. Cristian Bernardi (Mtb Club Gaerne); 2. Alessandro Bona (Pedale Feltrino); 3. Alex Facchinello (Corratec); 4. Lorenzo Lazzaretti (Pedale Feltrino); 5. Thomas Mariutti (Velociraptors); 6. Valerio Renato Camozzi (Carbonhubo Cmq Infotre); 7. Paolo Semenzato (Libertas Scorzè); 8. Edoardo Tagliapietra (id).

ESORDIENTI: 1. Edoardo Tagliapietra (Libertas Scorzè); 2. Omar Tegon (Maerne-Olmo); 3. Lorenzo Canziani (id); 4. Alex Antonello (Libertas Scorzè); 5. Daniele Spolaore (id).

foto: Francesco Coppola