Il Trials

Trial Generica

Il Trials in bicicletta è uno sport individuale che utilizza una bicicletta speciale che il rider deve manovrare e bilanciare per completare un percorso contenente “sezioni” appositamente progettate con ostacoli artificiali o naturali

L'obiettivo è quello di passare attraverso le sezioni controllate con il minimo contatto fisico con il terreno (non poggiare il piede a terra) e così ottenere il punteggio minimo di penalizzazione.

Le competizioni di trials si svolgono all’aperto, nel totale rispetto per l’ambiente naturale, o in luoghi chiusi, competizioni indoor.

Le gare sono individuali e si suddividono in due tipologie a seconda del diametro delle ruote della bicicletta:

20” (trial) Bici con ruote di diametro fino a 20”

26” (trial) Bici con ruote da 21” in su

Il numero minimo di sezioni per ogni competizione è determinato dalla categoria di appartenenza:

ELITE: 16 sezioni (4 sezioni da ripetere 4 volte)

JUNIOR: 16 sezioni. (4 sezioni da ripetere 4 volte)

DONNE: 9 sezioni (3 sezioni da ripetere 3 volte)

ALLIEVI: 16 sezioni (4 sezioni da ripetere 4 volte)

ESORDIENTI:12 sezioni (4 sezioni da ripetere 3 volte)

MASTER: 16 sezioni (4 sezioni da ripetere 4 volte)

In ogni categoria sono ammessi al massimo 2 sezioni artificiali (con esclusione delle competizioni indoor.)

Le sezioni presentano diverse difficoltà. Ogni sezione include un massimo di 3 principali difficoltà (ostacoli) che possono essere sia artificiali che naturali, per esempio: pietre, acqua, sabbia, gradini, pendii, tronchi di albero, tubazioni di calcestruzzo

Ogni sezione ha 1 porta di entrata e 1 di uscita e comprende una zona neutra di tre metri di fronte alla linea di inizio, dove deve stare il rider pronto a partire

Il tempo massimo per attraversare una sezione è di 2’30”

Le sezioni sono sistemate su un circuito di massimo 2 Km

Una piantina del circuito è posta all’inizio e alla fine del circuito per permettere agli atleti di vedere la locazione delle sezioni.

Durante la prova, per ogni sezione, al rider saranno attribuiti punti di penalità che principalmente derivano dall’aver superato gli ostacoli in maniera non corretta principalmente aiutandosi con appoggi non consentiti, o nell’aver superato il tempo massimo stabilito per l’esercizio.

Ecco alcuni esempi di penalizzazione:

Ogni appoggio sull’ostacolo o sul terreno per ristabilire l’equilibrio del rider sia con il corpo o con una parte della bike, eccetto le ruote (1 punto)

Appoggiare qualsiasi parte della bike, che non siano gli pneumatici, per ripristinare l'equilibrio (1 pt)

Superare il tempo max di 2’30” per la sezione

Passare sopra o sotto, alzare o strappare il nastro o le frecce che delimitano le sezioni

Appoggiare entrambi i piedi simultaneamente sul terreno o su un ostacolo

Cadere, appoggiare parti del corpo al di sopra dell’anca sul terreno, appoggiare il sedere sul terreno o su un ostacolo

Il rider con il minor numero di penalità sarà il vincitore di quella categoria.

LA BICI DA TRIALS

La bici utilizzata per questa disciplina deve rispondere a precisi requisiti.

Le bike da trials devono avere 2 freni funzionanti, fronte e retro.

Il telaio, il manubrio e la forcella non devono essere incrinati.

Pedali e ruote non devono avere troppo gioco.

Pedali con agganci e scarpette con agganci non sono consentiti.

Le bike non devono avere spigoli appuntiti che possano provocare ferite.

Le ruote non devono essere montate con catene, corde o altri congegni.

ABBIGLIAMENTO

In tutte le competizioni trial, deve essere sempre indossato il casco protettivo omologato, anche durante gli spostamenti tra le sezioni e durante gli allenamenti.

Sono richiesti abbigliamento e scarpe adatte alla competizione.

E’ raccomandato l’uso dei guanti.