10 Maggio Mag 2018 1125 3 months ago

Internazionali d’Italia Series - Celestino: "Bene Bertolini"

l CT della Nazionale Italiana fa il punto dopo le prime due tappe del circuito: “I giovani hanno dimostrato di esserci. Tra Pineto e Chies d’Alpago aspetto segnali da Fontana”

Gioele San Marino

Internazionali d’Italia Series, il più importante circuito di Cross Country in Italia, sta vivendo una breve pausa in vista degli ultimi due appuntamenti in programma rispettivamente tra un mese esatto, Domenica 10 Giugno, a Pineto (Teramo), dove si terrà l’Aprutium Race, e Sabato 30 Giugno a Chies d’Alpago(Belluno) con l’atteso gran finale di Alpago Bike Funtastic.

E’ tempo di primi bilanci dopo le prime due tappe di Aprile, l’Hors Catégorie Marlene Südtirol Sunshine Race di Nalles (Bolzano) e Titano XCO di San Marino, che hanno regalato spettacolo e emozioni, vedendo salire l’estone Martin Loo e la campionessa uscente Serena Calvetti in vetta alle classifiche generali Uomini Elite e Donne Elite.

Tra gli atleti più in evidenza nella prima parte di Internazionali d’Italia Series c’è sicuramente Gioele Bertolini, che dopo l’eccellente quinto posto di Nalles ha conquistato la piazza d’onore a San Marino alle spalle di Loo, salendo fino in seconda posizione nella graduatoria generale a pari punti con l’estone. Prestazioni, quelle del Campione Europeo U23, che non hanno lasciato indifferente il CT della Nazionale Italiana Mountain Bike Mirko Celestino: “Gioele sta completando la sua maturazione e si sta affermando come una atleta di spessore internazionale. Il piazzamento di Nalles vale tanto perché il livello dei partecipanti era altissimo. Mi aspetto che possa competere fino in fondo per la vittoria finale”.

Sempre in casa Focus Selle Italia sta offrendo prestazioni regolari Andrea Tiberi, alla ricerca dell’acuto tra Pineto e Chies d’Alpago, mentre hanno fatto registrare un avvio difficile Luca Braidot, Marco Aurelio Fontana e il Campione Italiano Gerhard Kerschbaumer. “Tibi mi è piaciuto, gli è mancato qualcosa per cogliere la vittoria ma è sempre nel vivo delle gare - spiega Celestino. - Gery come di consueto è partito piano ma ha rotto il ghiaccio in Austria dopo le opache prestazioni di Nalles e San Marino. Credo che questa vittoria possa rappresentare lo spartiacque della sua stagione. Luca e Marco devono invece ritrovare buone sensazioni: tra Pineto e Chies d’Alpago mi aspetto dei segnali in vista della seconda parte di stagione”.

Confortanti anche le risposte offerte dal settore femminile: alle spalle dell’esperta Calvetti si stanno segnalando le giovanissime Marika Tovo e Giorgia Marchet, mentre Chiara Teocchi, assente a San Marino, proverà a rimettersi in gioco a partire dall’Aprutium Race. “Serena è una certezza, un’atleta seria e metodica che rappresenta un punto di riferimento per le più giovani. Marika e Giorgia stanno migliorando rapidamente e non rappresentano più una sorpresa a questo livello. Assieme a Chiara Teocchi e Martina Berta possono formare un gruppo molto futuribile in ottica Nazionale Italiana”, ha detto il CT.

Sempre tra i giovani in rampa di lancio, a Nalles si è distinto con un’affermazione di prestigio Filippo Fontana che ha primeggiato nell’appuntamento delle UCI Junior Series, la Coppa del Mondo per la categoria Juniores, mentre tra le donne Junior domina la talentuosa Giada Specia, vincitrice a Titano XCO. “Filippo è stato bravissimo: a Nalles erano presenti i migliori al mondo ed è stato il più forte, mentre a San Marino si è imposto Avondetto. Seguiamo con attenzione questi atleti che supporteremo nella prossima tappa delle UCI Junior Series in Austria. Dopotutto il futuro del movimento fuoristrada passa anche dalla loro crescita”, ha concluso Celestino.

Il calendario di Internazionali d’Italia Series 2018:
15 Aprile: Marlene Südtirol Sunshine Race – Nalles (BZ) – Cat. HC
22 Aprile: Titano XCO – San Marino (SMR) – Cat. C2
10 Giugno: Aprutium Race – Pineto (TE) – Cat. C2
30 Giugno: Alpago MTB Trophy – Lamosano di Chies d’Alpago (BL) – Cat. C1

Nella foto: Gioele Bertolini impegnato a San Marino