1 Agosto Ago 2018 1151 12 days ago

Emozioni al primo Pila Bike Festival - Online il video report

Grande successo per il festival valdostano dedicato completamente alla mountain bike, grazie a un programma coinvolgente per sportivi e famiglie

PILA

Il week end appena trascorso è stato per la Valle d’Aosta motivo di orgoglio: Pila Bikeland è diventata per due giorni la patria assoluta della mountain bike riuscendo a portare in alta quota agguerriti sportivi e semplici appassionati, per una magnifica festa collettiva.

Grazie alla pratica e funzionale telecabina Pila-Aosta raggiungere Pila Bikeland è stato facile. Ad attendere i partecipanti sabato 21 e domenica 22 luglio il villaggio espositori arricchito da un dj-set. Tra questi erano presenti molti brand legati al mondo bici, la fiera Outdoor Expo, il test e noleggio e-bike e l’interessante quanto spirituale workshop dedicato all’acroyoga, la disciplina che coniuga pratiche yoga con ginnastica acrobatica.

Un secondo villaggio era posizionato in quota, all’arrivo della gara di cross country e bike trial, completo di una divertente e sempre affollata pista di pump track world cup. Le famiglie hanno potuto far provare ai propri bimbi le lezioni di balance con le push bike Strider, le divertenti mini moto, gli immancabili gonfiabili per i più piccoli e, solo per i candidati a diventare i prossimi Indiana Jones di tutte le età, il fornitissimo e sicuro Pila Adventure Park posizionato proprio a ridosso dei percorsi di cross country e bike trial.

Punta di diamante del week end infatti sono stati i Campionati Italiani assoluti di XCO, downhill e trial della Federazione Ciclistica Italiana, organizzati dal GS Aosta e per la prima volta programmati nella stessa location. Il Pila Bike Festival ha visto svolgersi durante la giornata di sabato le gare di cross country e le qualifiche di downhill. Per quanto riguarda il cross country, a vincere il titolo è stato Gerhard Kerschbaumer per gli Elite, Juri Zanotti per gli Under 23, Simone Avondetto per gli Juniores, Eva Lechner, Marika Tovo e Giada Specia per le rispettive categorie femminili.

Il percorso della gara finale di downhill svoltasi domenica 22, con salti, pietraie e pendenze uniche, è stato realizzato con consulenza e l’assoluta esperienza dell’ex campione del mondo Corrado Herin. La vittoria nella categoria maschile è andata all’altoatesino Johannes Von Klebelsberg mentre la categoria femminile è stata dominata da Eleonora Farina.

Sempre domenica gli appassionati di bike trial hanno potuto osservare uno spettacolo unico grazie a un percorso coinvolgente caratterizzato da quattro diverse zone. Zona 1 completa di tronchi per la valutazione dell’equilibrio, zona 2 è stata pensata per associare equilibrio e movimenti esplosivi, sempre su tronchi naturali, zona 3 era composta da pietre di grandi dimensioni, zona 4 attrezzata con cubi di cemento, ovvero la zona più esplosiva e di grande spettacolarità. Campioni italiani di questa affascinante disciplina Giulio Porcario per la categoria 20″ e Marco Bonalda nella categoria 26″.

A supportare i Campionati italiani ProAction, che ha organizzato i punti ristoro delle discipline cross country e bike trial, e Red Bull, che ha messo le ali al Campionato downhill. I premi invece sono stati offerti da Ciclo Promo Components, Maxxis e CampaBros, mentre Proed ha garantito la pulizia delle bici di tutti i partecipanti.

Se vi foste persi questa due giorni di festa è disponibile online il video recap della due giorni di Pila con i migliori highlights, cliccando al link Video Pila Bike Festival 2018. L’appuntamento è fissato per il prossimo anno!