20 Febbraio Feb 2019 1001 9 months ago

Al via domenica da Alberobello l’Iron Bike Puglia 2019

Torna il circuito più atteso in seno alla FCI regionale - Dieci tappe in nove mesi nei luoghi più affascinanti della regione Puglia.

Calmairopartenza

Il ciclismo moderno ha ormai solo un lontano ricordo delle soste canoniche: se ai tempi di Moser dal Mondiale di Ciclocross alla Sanremo ci passavano due mesi esatti, oggi, con la multidisciplina, ogni giorno dell’anno si può respirare aria di ciclismo. Sono dello stesso avviso gli organizzatori dell’Iron Bike 2019, che domenica 25 febbraio ad Alberobello vedrà alzarsi il sipario della sesta edizione.

Sarà infatti il trofeo Bosco Calmerio, messo in piedi dalla storica SPES Alberobello sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana, ad aprire le danze del calendario in mountain bike del ciclismo pugliese. Sono già oltre 250 gli iscritti alla classicissima della Valle d’Itria (dei quali 105 abbonati al circuito), impazienti di scaldare i motori per una stagione di ciclismo in fuoristrada – specialità mountain bike, che si prospetta molto entusiasmante.

UNA CLASSICA INIZIALE - Il percorso di gara si sviluppa su un tracciato rinnovato per oltre il 50%, disegnato su giro unico per una lunghezza complessiva di 45,4 km e un dislivello di 110 metri. Il tracciato è di quelli tipici per Mountain Bike, scorrevole ma tecnico al tempo stesso, con tratti dove si può spingere il “rapporto”, altri dove occorre l’abilità di guida.

Prettamente sterrato, eccezion fatta per la partenza e l’arrivo che sono previsti nel centro abitato di Coreggia; presenta alternanza tra strade bianche sdrucciolevoli, tratti in terra battuta ed ingressi in boschi dove si affronteranno tratti in single track. La salita più lunga è lo strappo “Giannone – AQP” di 600 metri con una pendenza massima del 18%. Occhio anche alla “San Marco – AQP” di 500 metri. C’è tutto l’ideale, dunque, per cominciare alla grande la stagione di Mountain Bike 2019 con l’Iron Bike Puglia.

ALBEROBELLO GIÀ IN FESTA – È praticamente tutto pronto a Coreggia di Alberobello per l’apertura dell’Iron Bike. Domenica scorsa, con le prove generali del percorso guidate da Nicola Pugliese, alla quale hanno preso parte oltre 100 bikers, è cominciato il countdown. In casa Spes Alberobello si lavora alacremente per rifinire i dettagli, come da tradizione di questa storica società, pilastro del ciclismo pugliese. «Venite a Coreggia di Alberobello domenica 24 febbraio in compagnia delle vostre famiglie, non ve ne pentirete» è infatti lo slogan della Spes Alberobello e del presidente Rino Perta.


I motivi? «La spettacolarità del percorso, che mette in risalto la diversità dei colori di questo periodo nel variegato scenario che si snoda nei dintorni della frazione e che si presta anche alla possibilità di osservare gli atleti in azione con spostamenti di poche centinaia di metri – spiega Perta, esperto organizzatore - La location è quella di Coreggia, unica frazione di Alberobello distante solo 4 km dalla capitale dei trulli. Partenza ed arrivo sono situati nel suo centro cittadino, che è anche dotato di diverse strutture ricettive (B&B nei trulli e ristoranti con noi convenzionati per l’occasione). Per gli accompagnatori saranno segnalate diverse postazioni di osservazione degli atleti in gara, e quindi la possibilità di vederli impegnati nel continuo alternarsi di tratti boschivi, tratturi e sentieri che attraversano aree private tra trulli ed uliveti, ciliegeti e vigneti».
Solo agonismo? No di certo, perché nel dopogara la festa continua: «Si potrà pensare di rimanere in loco per ristorarsi e godere delle prelibatezze locali, accompagnate dalla tradizionale cortesia che storicamente contraddistingue gli alberobellesi. Prima del rientro a casa, certo, non potrà mancare la classica passeggiata “defaticante” tra i vicoli della “capitale”, magari per gustarsi un gelato ancorché fuori stagione, come consiglia il patron dell’Iron Bike Maurizio Carrer. Che ne dite? Noi vi aspettiamo!».

DIECI TAPPE IN GIRO PER LA PUGLIA: Quella di Alberobello sarà dunque solo il preludio a un’altra stagione densa di emozioni. Il calendario 2019 dell’Iron Bike Puglia conferma il consolidato impianto su 10 gare e con un turn over tutto murgiano introduce una novità assoluta. Se infatti la Marathon Foresta Mercadante e la Calanchi Bike lasciano temporaneamente il circuito per l’impossibilità tecnica di organizzare la gara nel più congeniale periodo consueto, il loro posto è preso dalla prima edizione di una corsa nel Bosco Scoparello, organizzata dalla new entry Avis Bike Ruvo, le cui eccellenti capacità logistiche sono più volte salite agli onori della cronaca.
È un turn over tutto murgiano, dunque, e la gara ruvese avrà anche l’onore di chiudere il calendario 2019, così come murgiano è il ritorno di Spinazzola (Team Bike Spinazzola), che si riprende il posto lasciato lo scorso anno a favore di Palazzo San Gervasio. L’agenda si svilupperà essenzialmente nella prima parte dell’anno, con una tappa a febbraio (Alberobello, appunto), tre a marzo (Castel del Monte il 10, Altamura il 17, Mariotto il 31), una ad aprile (Biccari, il 28), due a maggio con le attesissime Gravina (12) e Vieste (26), una a giugno (con sede in fase di definizione, prevista per il giorno 23) per poi catapultarsi a settembre (Spinazzola, l’ultima domenica del mese) e ottobre (Ruvo, il 20).

LA SQUADRA: Nove le società organizzatrici, tra le quali si registra il nuovo ingresso dell’Avis Bike Ruvo, il ritorno del Team Bike Spinazzola e le confermate Spes Alberobello, UC Foggia 1976, New Bike Andria, Amicinbici Gravina Losacco Bike, Team Eurobike Corato, Oro Verde Bitonto. La squadra dell’Iron Bike 2018 si completa con l’ufficio centrale di coordinamento, composto dal segretario Giuseppe Leuci, da Roberto Ferrante (ufficio stampa e fotoreporter – coordinatore editoriale del sito), Filippo Vulpio (grafico e social media manager), Fabrizio Rossiello (web designer).

OCCHIO DI RIGUARDO PER I GIOVANI


ACCORGIMENTI PER GLI ESCURSIONISTI: Sono ammessi a partecipare al GIRO ESCURSIONISTICO sulla distanza massima di km. 25 tutti i cittadini italiani e stranieri d’ambo i sessi maggiori di età. Essi non concorreranno alla classifica finale dell’Iron Bike.
Per loro partecipazione sarà obbligatorio compilare il Modulo di Iscrizione all’escursione e contestuale Liberatoria con la Dichiarazione di esonero di Responsabilità per gli Organizzatori.
Dovranno allegare il certificato di idoneità alla pratica del ciclismo non agonistico rilasciato da un medico di base e copia del proprio documento personale.

MONTEPREMI AGLI JUNIORES: La grande novità dell’Iron Bike 2019 è il montepremi in denaro per la categoria agonistica juniores. 100 € saranno distribuiti ad ogni gara al podio dei ragazzi agonisti di 17 e 18 anni (50 al primo, 30 al secondo, 20 al terzo), un unicum in Italia per manifestazioni “Mountain Bike Point To Point”, fortemente voluto dall’organizzazione per valorizzare e investire nella più delicata delle categorie ciclistiche. Per le premiazioni di gara saliranno sul podio i primi tre di categoria. Saranno premiati con premi in natura e/o tecnici e/o targhe/coppe/medaglie (a discrezione delle società organizzatrici. Per essere ammessi alla classifica generale del circuito bisognerà aver preso parte ad almeno 6 gare su 10, mentre per il computo dei punteggi saranno considerati i migliori 9 risultati. Il montepremi di gara è anche garantito, nella stessa misura degli juniores, per i primi assoluti della gara.