7 Ottobre Ott 2019 0922 2 months ago

Nazionale DH - A Sestola ancora Palazzari e Marcellini

Nell'ultima prova del circuito Gravitalia successi per i due dominatori della stagione. Il sardo non conquista la classifica finale del circuito perché non ha partecipato ad alcune prove, Alia invece conferma la leadership sin dalla prima prova.

Rd4 19 Finali Marcellini

Con il round odierno a Sestola si è concluso il Circuito Nazionale Gravitalia 2019, un weekend di gara che ha visto il popolo della downhill riempire il paese e dare spettacolo in una cornice di pubblico ormai affezionato, grazie anche a un meteo favorevole in entrambi i giorni.

Il weekend di gara si è svolto nella pista DH del bike park Cimone, molto apprezzata dai piloti per le caratteristiche tecniche e per il fondo di terra che ha garantito una tenuta ottimale. Con la partenza a quota 1420 metri e i 400 metri di dislivello per giungere all’arrivo si è rivelato molto veloce fin dal giorno delle prove, obbligando i piloti a studiate traiettorie redditizie e soprattutto le linee da tenere su alcuni drop particolarmente impegnativi. Lungo tutto il percorso il numeroso pubblico ha scaldato gli atleti a suon di incitamenti molto folcloristici e non sono mancate le motoseghe, strumento goliardico sempre apprezzato nella downhill.

Come ogni anno l’arrivo in Piazza Passerini ha attirato un numeroso pubblico che ha saputo scaldare ancor di più il clima adrenalinico di questa finale di Circuito.

Lo spettacolare Davide Palazzari (Scoutbike.com) con il tempo record di 2’36”370 ha conquistato lo scalino più alto del podio, migliorando di ben due secondi il tempo fatto segnare ieri in qualifica. Con questa ennesima vittoria l’atleta sardo ha confermato di essere il pilota da battere, sebbene non gli sia bastata per conquistare il primo posto nella classifica di Circuito a causa di alcune assenze durante la stagione.

Secondo scalino del podio distaccato di 2”602 per l’atleta del tram Kona Bike Center Cimone Simone Medici che grazie ad una stagione molto regolare ha mantenuto la leadership aggiudicandosi i punti necessari per mantenere la testa della classifica.

Terzo gradino del podio per un velocissimo Alessandro Levra (VTT Arnad) che è riuscito a centrare il podio per il secondo giorno di seguito dando dimostrazione di aver trovato un ottimo feeling con la pista DH del bike park Cimone. Il suo tempo è di 2’40”472.

Da segnalare un importante quarto posto per il campione italiano di enduro Marcello Pesenti (Team Marchisio bici) alla sua prima gara di downhill. Giunto all’arrivo molto soddisfatto non ha nascosto che potrebbe partecipare ad altre gare di downhill in futuro.

Nella gara femminile protagonista è nuovamente Alia Marcellini (Asd After Skull – Rogue Racing) che è riuscita a replicare la prestazione del giorno precedente segnando il miglior tempo tra le donne, 3’03”513, e anticipando di 6 secondi la veneta Lisa Gava (3Stars). Al terzo posto la portacolori del team Alessibici, Rosaria Fuccio, con un buon 3’13”998.

Grazie ad una stagione sempre al vertice della classifica, Alia ha confermato di essere la donna più veloce, mantenendosi in testa alla classifica di Circuito fin dalla prima gara.

Tra le donne amatori si afferma vincitrice dell’appuntamento odierno e della classifica di Circuito Giuliana Gollini (Kona Bike Center Cimone), la quale ha saputo mantenere una certa costanza in tutti gli appuntamenti del circuito. Secondo posto per Tiziana Tatjana Finocchio portacolori del team Bike4funAsd.

Finale combattuta sul filo dei secondi tra gli amatori, che ha visto il leader di Circuito Alberto Filisetti (Guidi – Rosasbike) vincere la finale odierna per 0”895 su un velocissimo Alessio Archetti (T32 Santa Cruz Italia). Al terzo posto chiude il podio Fabrizio Dragoni (Alessibici) a 3”480 da Alberto Filisetti.

Con questo quarto ed ultimo round si conclude il Circuito Nazionale Gravitalia 2019, un ringraziamento speciale lo volgiamo a tutti gli atleti, gli accompagnatori e gli organizzatori per aver contribuito a supportare e migliorare il movimento della downhill italiana.