13 Giugno Giu 2021 0945 one month ago

Moschiano Bike Race: un successo annunciato

La manifestazione ha aperto il calendario del Giro della Campania Off Road tra le montagne del vallo di Lauro.

Moschiano Bike Race 06062021 Partenza

Con le dovute cautele per contrastare il contagio da Covid-19 e in un clima di festa che mancava da tanto tempo, la mountain bike campana ha concentrato le proprie attenzioni sull’ottimo svolgimento della Moschiano Bike Race che ha aperto il calendario del Giro della Campania Off Road tra le montagne del vallo di Lauro.

L’appuntamento è stato apprezzato da ogni partecipante per la qualità tecnica e la logistica, il tutto in armonia e il massimo della competenza portata avanti dallo staff della Moschiano Mtb Adventure.

Solo i bikers più preparati e arditi hanno potuto fare la differenza sul percorso unico di 40 km con il superamento del punto più alto al Monte Pizzone ed anche dell’insidiosa discesa finale “Le Rocelle” che presentava tratti da downhill.

A prendersi una bella soddisfazione è stato Emanuele Crisi in forza alla RDR Italia che ha trionfato con ampio margine su Pasquale Di Lorenzo (Rokka Bike), Pasquale Sirica (Pit Stop Racing Team), Gianfranco Aschettino (Team Bike Vincenzo Elefante) e Giuseppe Della Rocca (Cicloo Carbonari Bikers) mentre tra le donne la migliore è stata Maria Grazia D'Anna (Pit Stop Racing Team).

Oltre a Crisi (èlite), Di Lorenzo (master 1), D'Anna (master donna), Della Rocca (master 2) e Aschettino (Master 3), primati di categoria ad appannaggio di Domenico Casertano MTB Tifata, Luigi Cozzolino (Genesi bike) tra i master 4), Alfonso Striano (Pit Stop Racing Team) tra i master 5, Raffaele Riello (MTB Tifata) tra i master 6, Emilio Radesca (Bike in Tour Vallo di Diano) tra i master 7, Francesco Giordano (Asd Bifulco) tra i master 8 e Arturo Pegna (Aran Cucine Vejus) tra gli under 23.

La speciale gara riservata alle E-Bike è stata vinta da Pierpaolo Spedaliere (Cicloò Carbonari Bikers).

Così il vincitore della gara Crisi, reatino classe 1994: “Il percorso era segnalato benissimo ed anche nei punti dove bisognava essere ben accorti e le segnalazioni non presentavano dubbi o incertezze. Un tecnico, divertente e alla portata di tutti, un ringraziamento particolare lo devo a Gianluca Romano e da questa nostra amicizia che mi ha portato ad essere qui in Campania a Moschiano oltre ad avermi dato la possibilità di organizzare insieme alla RDR Italia il test event della nostra bicicletta. Voglio fare i complimenti a Pasquale Di Lorenzo perché davvero un grande pedalatore e in salita mi ha messo a dura prova e a tratti è stato molto superiore. In compenso io ero più veloce in discesa rispetto a lui. Abbiamo fatto entrambi una gara di comune accordo. La discesa finale era tecnica ed ho allungato in quel punto dove ho accumulato un buon vantaggio su Di Lorenzo. sono inoltre contentissimo di aver ripagato l'organizzazione con una vittoria ci tenevo davvero tanto da te e dopo tutto l'impegno che ci hanno messo per ospitarmi e non farmi mancare nulla. Sicuramente tornerò l'anno prossimo spero con tutta la squadra al seguito perché questa gara merita di crescere sempre di più”.

Anche la prima edizione è andata - ha commentato Gianluca Romano a nome di tutto il Comitato organizzatore che ha condiviso assieme ad Antonio Moschiano -. Ringraziamo l'amministrazione comunale di Moschiano rappresentata dal sindaco Rosario Addeo, dal presidente del Parco del Partenio Francesco Iovino, coloro che hanno partecipato, gli sponsor che ci hanno sostenuto e i gruppi di volontari e le associazioni che hanno collaborato attivamente. Abbiamo ricevuto un’infinità di complimenti e questo ci sprona a mettere in cantiere la seconda edizione dell’evento che diventerà una marathon di 60-70 chilometri con 2500 metri di dislivello. Molto bella la presenza dei bambini del Federal Team Bike di Palma Campania che hanno fatto da contorno e da apripista nelle fasi iniziali della manifestazione perché volevamo una festa di tutta la nostra comunità ed è stata così. Anch’io ho avuto modo di partecipare alla granfondo ma una doppia foratura mi ha costretto a mollare nel momento migliore quando ero virtualmente nei primi dieci. Un altro dettaglio positivo della manifestazione è stato senza dubbio la presenza di Emanuele Crisi come atleta e in rappresentanza della RDR Italia per i test delle biciclette che sono tutte Made in Italy e degne di essere provate”.

Classifiche complete al link https://www.mtbonline.it/Risultato/1488/0/