2 Luglio Lug 2021 1843 28 days ago

Europei Giovanili XCO - Brafa d'argento, Pezzo-Rosola di bronzo

I due azzurri salgono sul podio rispettivamente nella U14 e U13 maschile. Nella prima giornata dedicata al XCO successi di Bazant, Weigelt, Schweizer e Tancik.

UE Cmtbyouth Fridxco14m 712

PILA (2/7) - E’ l’ora delle gare regine all’Europeo MTB Giovanile. Protagoniste in questi due giorni saranno le sfide nel Cross-Country Olimpico (XCO) dove sono e saranno impegnati tutti i nostri azzurri. Oggi si sono svolte le gare riservate agli Under 15. Moltissimi i giovani che si sono sfidati nel duro tracciato di 3500 metri attorno a Pila.

Si inizia subito alle 10 con la prima gara, l’under 15 secondo anno maschile, che vedeva al via gli azzurri Federico Rosario Brafa e Ettore Fabbro. I corridori dovevano fare 3 giri del circuito, così come l’Under 15 maschile del primo anno. E’ stata dura lotta fin da subito, ma già al secondo giro, il nazionale ceco Krystof Bazant aveva preso un buon margine. I nostri due italiani si sono sempre mantenuti nelle prime posizioni, grazie anche alla partenza nella prima fila in griglia. Alla fine trionfa in solitaria Bazant seguito a 52” secondi dal bravissimo Brafa. Chiude il podio Valentin Hofer della nazionale Austriaca, a 10 secondi da Brafa. Appena fuori dal podio sfortunatamente l’altro azzurro Fabbro, arrivato con 1’ 29” dal ceco. Degni di nota anche i piazzamenti degli italiani Fabian Hoellrigl (Bolzano U15) e di Riccardo Da Rios (Comitato Veneto FCI) giunti rispettivamente quinto e ottavo. Brafa ha commentato in modo molto positivo: “La gara è stata molto bella, il primo sembrava imprendibile e dopo un giro aveva già preso un minuto di vantaggio, poi nel secondo giro son riuscito a recuperare almeno sul secondo e a mantenere la posizione. Sono molto contento non solo di questo argento ma anche di tutto l’Europeo”.

XCO femminile 14 anni invece è stato dominato dalla tedesca Paulina Weigelt ( KTM Youngsters Bayern) che, nei due giri previsti per le donne Under 15 del percorso, è stata l’unica a rimanere sotto la mezz’ora di tempo. Seconda, abituè del podio, la olandese Cabaca Mae (The Flying Lowlanders), già bronzo all’XCE. Completa il trio a medaglia la rappresentante della nazionale ceca Amàlie Gottwaldovà giunta ad 1’ 21” dalla bavarese. Prima tra le nostre italiane e che chiude la top10, Sofia Guichardaz, giunta sfinita a oltre 2’ 30”.

Nel pomeriggio hanno corso i più giovani in gara, a partire dall’XCO 13 anni femminile. Prima vittoria slovena in questo Europeo con Meta Tancik a dominare la gara. Seguono a medaglia, rispettivamente a 1’42” e 2’33”, la onnipresente Elena Frei (TSP Zürisee) e Nela Faltysova (Adastra Cycling Team). Nella top 10 presenti due italiane: Nona si è posizionata la nostra Elisa Bianchi, decima Elisa Giangrasso (Lupi Orange). Non pienamente soddisfatta la Bianchi: “All’inizio non sono partita benissimo perché ho spinto troppo forte sulla salita, ho fatto alcuni errori in discesa che potevo evitare. Sullo strappo finale non riuscivo a spingere più di tanto. Non sono del tutto soddisfatta ma sapevo che sarebbe stata dura entrare nella top 10 quindi sono contenta così “

Chiude la giornata di corse il Cross Country maschile 13 anni. In questo caso è ancora dominio tedesco con il piccolo Jonas Schweizer (Team HRM) che da distacchi di un minuto sin dal primo giro. Concluderà la gara in impennata dando 2’ al secondo, l'olandese Cas Timmermans (MBC Bar End). Medaglia di bronzo, che poteva essere d’argento se non fosse per una caduta, il figlio d’arte Patrik Pezzo-Rosola (Comitato Veneto FCI) giunto 8” dopo Timmermans. Top10 comunque ricca di italiani con in quarta posizione Nicola Bonati (Lombardia 3), quinto e settimo i nostri portacolori Emanuele Savio e Marco Rota.

A conclusione delle gare così commenta il CT Mirko Celestino: “Stamattina siamo partiti col botto ottenendo subito una medaglia. A parte questo sono comunque contento perché i ragazzi ce la mettono tutta e hanno sempre combattuto. Come ieri, anche oggi sono contento perché comunque siamo riusciti a piazzare qualche italiano sul podio, come il figlio della Pezzo per esempio. L’importante è motivarli e mantenerli in questo ambiente il più possibile. Oggi è stata una giornata lunga come lo sarà domani. Domani darò più consigli sul fatto di gestirsi meglio e dosare lo sforzo, che in questa età non sempre è una cosa scontata. Cercherò di farli partire un po' più piano per gestire la posizione, dovrebbero essere un po' più tattici ma così non è facile anche perché non si conoscono gli avversari. L’importante è comunque l’impegno alla base.”

Domani giornata conclusiva di questi Europei giovanili: protagonisti gli allievi o Under 17 con le stesse modalità di gara della giornata di oggi. Alle 10 partirà l’XCO 15 anni maschile, seguito alle 12 da quello femminile. In gara ci saranno gli azzurri Mattia Stenico, Luca Fregata e Beatrice Temperoni in quarta posizione tra le donne. Gli Europei si concluderanno nel pomeriggio con Il Cross Country per i 16 anni. Partono alle 14 le donne, con Valentina Corvi anche lei in quarta posizione per l’Italia. Alle 16 l’ultima corsa con il maschile, coinvolti Elian Paccagnella, terzo in griglia e a caccia di una medaglia, così come Davide Donati in sesta posizione.

Gianluca Brutto

Sotto la galleria fotografica del primo giorno di gare dedicato alla XCO (foto Fulgenzi)