23 Ottobre Ott 2021 2026 one month ago

Parata dei campioni del futuro al Ciclodromo di Martellago

Spettacolo in occasione della 3^ edizione del Gran Premio Fuoristrada valida per il Trofeo Hair Cut-Memorial Favaretto

Martellago

Martellago (Venezia) - Parata dei campioni del futuro al Ciclodromo di Martellago, in provincia di Venezia, in occasione della 3^ edizione del Gran Premio Fuoristrada valida per il Trofeo Hair Cut-Memorial Favaretto. Alla riuscita manifestazione, che è stata organizzata dall'Unione Ciclistica Martellago-Maerne-Olmo con la regia di Gianfranco Vallongo, Nerio Torresin, Stefano Mognato e Gianpaolo Melinato e ha concluso la stagione in provincia di Venezia, hanno partecipato 117 mini corridori che si sono cimentati in due interessanti manche. Presenti il Sindaco di Martellago, Andrea Saccarola ed il Delegato allo Sport Daniele Favaretto al cui papà è stato dedicato il Memorial. La gara era anche valida per l’ultima prova del 24° Gran Prix Fuoristrada-Trofeo Bellato Peseggia e a premiare i protagonisti è stato Vittorio Scanferlato ideatore e promotore nel 1996 del Circuito insieme al compianto Armando Zamprogna. Gli atleti dell'Unione Ciclistica Martellago-Maerne-Olmo il giorno successivo si sono cimentati nelle gimkane che al Parco di San Giuliano, a Mestre, ha preceduto la partenza della Veneto Classic riservata ai professionisti, ovvero la quattro giorni denominata "Ride the Dreamland" ideata da Filippo Pozzato e da Jonny Moletta. La mattinata si era improvvisamente vivacizzata quando i piccoli corridori hanno avuto la possibilità di incontrare uno dei loro beniamini, il mitico Matteo Trentin. Lo hanno preso letteralmente d'assalto con richieste di autografi e di selfie ma anche chiesto di assistere alle loro esibizioni. Il corridore di Borgo Valsugana ha cercato di accontentarli ma è dovuto tornare dalla sua squadra, l'UAE Emirates, per raggiungere il palco, firmare il foglio di partenza, partecipare alla presentazione ed entrare nel gruppo in attesa dello starter. A dare il via alla corsa, conclusa a Bassano del Grappa (Vicenza) dopo 209 km, era stato il vicesindaco con la delega allo Sport del Comune di Venezia, Andrea Tomaello.

Francesco Coppola

G6: 1. Emiliano Zanetti (Martellago Maerne Olmo); 2. Giovanni Zanettin (2000); 3. Matteo Pozzato (Dolpà). F.: 1. Giorgia Manzon (Grava); 2. Greta Fasolo (Rubano).

G5: 1. Alessio Borile (Grava); 2. Edoardo Sabbadin (2000); 3. Mattia Daniele (Padovani). F.: 1. Giada Barbiero (Lib. Scorzè); 2. Valentina Piva (Padovani).

G4: 1. Marcello Davanzo (2000); 2. Giovanni Fossetta (Martellago Maerne Olmo); 3. Tommaso Rossetto (Grava). F.: 1. Federica Quaglia (2000); 2. Alice Zambianchi; 3. Eleonora Favaro.

G3: 1. Andrea Favaro (Martellago Maerne Olmo); 2. Jacopo Salmasi (2000); 3. Christian Irianni. F.: 1. Lisa Manzon (Grava).

G2: 1. Leonardo Busato (2000); 2. Giacomo Menoncello (id); 3. Pietro Sabbadin (id). F.: 1. Alessia Albanese (Martellago Maerne Olmo); 2. Medea De Nardi (id).

G1: 1. Elia Bulegato (id); 2. Riccardo Bottacin (Lib. Scorzè); 3. Gabriele Soldano (100 Cycling).

MPG: 1. Francesco Pellizzon (Martellago Maerne Olmo); 2. Giovanni Trabacchin (id); 3. Francesco Campaniello (id). F.: 1. Margherita Scattolin (Lib. Scorzé). Girini: 1. Antonio Marini; 2. Damiano Busato; 3. Jacopo Albanese.

Società: 1. Martellago Maerne Olmo punti 57; 2. Club 2000 30; 3. Grava 11.