4 Maggio Mag 2022 0934 14 days ago

Coppa Italia DH - A Sestola il maltempo non ferma lo spettacolo

Tanti rider e tantissimo pubblico presente alla prima prova per un weekend ricco di colpi di scena fin dalle qualifiche

Rovello

Tanti rider e tantissimo pubblico presente alla prima prova di Coppa Italia DH, in scena a Sestola questo fine settimana. Un weekend ricco di colpi di scena fin dalle qualifiche, con tanti piloti iscritti a dimostrazione del fatto che il circuito sta crescendo, con grande soddisfazione della Federciclismo, che a Sestola è stata rappresentata dal Presidente della Commissione Fuoristrada Massimo Ghirotto, dal CT della Nazionale Simone Fabbri e dal membro della Commissione Valentina Massa.

La categoria Agonisti si è giocata sul filo dei centesimi e fino all’arrivo dell’ultimo rider il risultato finale è stato incerto, con gli occhi puntati anche sul tempo intermedio per poter cercare di capire chi si sarebbe potuto aggiudicare la vittoria di categoria e anche il premio Internazionale dedicato a Walter Belli. Sulla hot seat con un tempo che faceva già sperare per uno dei gradini del podio si è seduto Loris Revelli, seguito nella discesa dal suo compagno di squadra: il francese Antonie Pierron che però non è riuscito a scalzarlo per pochi centesimi. Gli ultimi due rider a scendere sono stati i due Davide nazionali: Cappello e Palazzari e tutti sapevano che il risultato si sarebbe giocato sul filo dei centesimi. Il primo, mentre stava cercando la linea migliore, è incappato in una scivolata che lo ha tolto dalla lotta per la vittoria, mentre Palazzari (After Skull) ha fatto segnare il miglior tempo assoluto e ha così scalzato dalla Hot Seat Revelli, andando a vincere sia la categoria assoluta che l’ambito premio dell’International Race. Tra le Agoniste la vittoria è andata a Sofia Priori Viale (After Skull), che si è portata a casa anche la medaglia d’oro delle Junior, mentre seconda è stata la forte Rosaria Fuccio e terza Lisa Gava. Lisa Bauman, vincitrice al sabato del “Best Intermediate Time by Acerbis”, ha chiuso al quarto posto.

Quest’anno tantissimi giovani al via con record nella storia della Downhill italiana per la Esordienti, categoria che ha visto la vittoria nella maschile di Filippo Murachelli (Ponente Gravity Team), in seconda posizione Arnoul Gregorio e terzo Moroni Marco. Nella femminile sul gradino più alto del podio è salita Rebecca Bruno (Tribe Hot Bikes). Per la Master vittoria nell’assoluta di Federico Robello (Team Bike o’Clock) che sale sul gradino più alto del podio, seguito da Domenico Calabria e Daniele Galliani. Nella Femminile Lelia Tasso (Mysticfreeride), seguita dalla vincitrice di Coppa Italia 2021 Martina Fumagalli e Grazia Bufano. Prossima tappa di Coppa Italia a Prali il 25 e 26 giugno.