17 Giugno Giu 2022 1823 3 months ago

Domani torna la BMW Hero Südtirol Dolomites 2022

Con la conferenza stampa di presentazione della vigilia si entra nel vivo della manifestazione che spegnerà la dodicesima candelina

Hero

Selva di Val Gardena, 17 giugno 2022 – Il paese di Selva Val Gardena brulica di mountain bike e appassionati pronti a raccogliere la sfida della BMW HERO Südtirol Dolomites 2022 che domani 18 giugno 2022 spegnerà la dodicesima candelina. Confermati i due iconici percorsi al cospetto delle Dolomiti, Patrimonio UNESCO: il tracciato lungo da 84 chilometri e 4.500 metri di dislivello e quello corto da 60 chilometri e 3.200 metri di dislivello. Nelle griglie di partenza oltre 3.000 biker: professionisti e amatori provenienti da 41 Nazioni, tra cui Brasile, Australia e per la prima volta Emirati Arabi e Filippine.

«Organizzare la gara in un contesto di tale bellezza come quello delle Dolomiti è un privilegio ma anche una responsabilità: per questo ci sentiamo in dovere di fare la nostra parte per salvaguardare l’ambiente così da preservarlo per le generazioni future – ha commentato Gerhard Vanzi, patron di BMW HERO Südtirol Dolomites 2022 e per questo motivo abbiamo lanciato il progetto HERO TO ZERO in cui crediamo molto, che riprende gli obiettivi delineati dalle Nazioni Unite e i criteri definiti dall’UCI. Per fare ciò abbiamo deciso di coinvolgere tutte le persone presenti, gli atleti, i volontari e anche le aziende partner, che condividono i nostri stessi valori».

GLI ATLETI AL VIA

Per il titolo maschile si pedalerà sul tracciato di 86 chilometri e 4.500 metri di dislivello. In gara il colombiano Leonardo Paez, da quest’anno portacolori del Soudal – Lee Cougan International Team, e il suo connazionale vicecampione del mondo in carica Arias Cuervo Diego Alfonso del team Hubbers Polimedical. Presenti anche lo svizzero Urs Huber, portacolori del Team Bulls, Samuele Porro del team Wilier Triestina - Pirelli Factory Team, Juri Ragnoli, portacolori dello Scott Racing Team. Con loro, il beniamino di casa Gerhard Kerschabaumer dello Specialized Factory Racing.

Importanti anche i nomi delle atlete impegnate sul percorso di 60 chilometri con 3.200 metri di dislivello e tra loro troviamo Costanza Fasolis, che si misurerà con la tedesca Adelheid Morath del Team Mount7, con Amy Wakefield, neocampionessa nazionale del Sudafrica, con la neozelandese Samara Sheppard. Presente anche Katrin Schwing del Team TV Mosbach nonché Elena Gaddoni, vincitrice della HERO Dolomites nel 2017. Occhi puntati, anche sulla polacca Michalina Ziolkowska del team Huzar Bike Academy, ed infine, l’atleta di casa Anna Oberparleiter al suo esordio alla HERO Dolomites.

Presente anche il “Cavaliere dei Quattro Mori” Fabio Aru che vanta nel suo palmares una strepitosa vittoria alla Vuelta a España 2015. Per lui un ritorno alla mountain bike, disciplina che lo ha visto impegnato nei suoi esordi da juniores. Un altro campione molto amico della HERO è Pasquale Bruno: ex calciatore di Juventus e Torino, alla sua quinta partecipazione e che domenica compirà 60 anni.

HERO TO ZERO: L’IMPORTANZA DELLA SOSTENIBILITÀ

La BMW HERO Südtirol Dolomites 2022 è da sempre vicina alle tematiche ambientali. Il comitato organizzatore sa bene quanto le Dolomiti, Patrimonio UNESCO, abbiano contribuito al grande successo della manifestazione. Per questo è stato avviato quest’anno il programma HERO TO ZERO, espressamente dedicato al sostegno del territorio e tramite cui si vogliono dunque raggiungere precisi obiettivi di sostenibilità, gli stessi individuati dalle Nazioni Unite (SDGs) per la salvaguardia del pianeta. Prevede tre aree di interesse (ambiente, società e governance) e precise azioni che tutti i partecipanti all’evento, dagli atleti, agli accompagnatori, fino agli addetti ai lavori, sono stati caldamente invitati a mettere in pratica.

UN’EDIZIONE TRASMESSA IN OGNI ANGOLO DELLA TERRA

A conferma dell’internazionalità della internazionalità BMW HERO Südtirol Dolomites, l’importante palinsesto televisivo previsto per questa edizione 2022. Le immagini di gara saranno infatti trasmesse per oltre 2 ore in diretta dalle 10.00 alle 12.15 (CEST) di sabato 18 giugno 2022 in oltre 40 Paesi a livello internazionale, dagli USA al Sudamerica, dall’Europa al Nordafrica, dal Middle East fino in Indonesia. La visibilità nazionale sarà offerta da Raisport. Sarà possibile seguire la manifestazione, in diretta e sempre dalle 10.00 alle 12.15 (CET) di sabato 18 giugno 2022, anche sulle piattaforme di sport digitali Global Cycling Network (GCN), che garantisce una copertura in 207 paesi, e Eurosport Player, che raggiunge 75 paesi della terra.

Per informazioni: www.herodolomites.com