26 Luglio Lug 2022 1600 16 days ago

A Valsugana Wild Ride prove di futuro con Mariia Sukhopalova

La talentuosa campionessa XCO ucraina sarà al via di Valsugana Wild Ride il prossimo sabato 30 luglio 2022. “Sono rimasta incantata dai paesaggi della Valsugana per questo ho deciso di rientrare in gara qui dopo l’infortunio”, le parole della Sukhopalova

Mariia Sukhopalova

Valsugana Wild Ride è pronta ad aprire una porta verso il futuro della mountain bike. Ai nastri di partenza di Telve, sabato 30 luglio 2022, ci sarà anche Mariia Sukhopalova, una delle biker più talentuose del panorama internazionale. A 18 anni appena compiuti l’atleta ucraina è una delle promesse in rampa di lancio nel panorama del Cross Country, ma quando può non manca di cimentarsi con le distanze più lunghe, come farà in Valsugana.

Seppur giovanissima, Sukhopalova ha già dimostrato di avere qualità importanti, andando a vincere il campionato ucraino Cross Country Eliminator davanti a Iryna Popova. In questa seconda stagione tra le juniores, l'atleta ucraina ha confermato le sue qualità, vincendo già tre volte nel 2022 anche se ai Campionati Europei di Anadia (Portogallo) è stata bloccata da un infortunio sulla strada verso la conquista della maglia di campionessa europea.

Sono tornata a pedalare da poco dopo l’infortunio e rientro a Valsugana Wild Ride con la speranza che il mio ginocchio risponda bene durante la gara – spiega Mariia Sukhopalova -. Ho scelto questa gara perché guardando le foto degli scorsi anni sono rimasta incantata e sono felice di ricominciare la mia stagione da qui. Sarà la mia prima volta a questo evento, non vedo l’ora. Spero di vedere gli stessi paesaggi incredibili che ho ammirato nelle immagini delle passate edizioni”.

All’ultima stagione da juniores, Mariia Sukhopalova sembra avere un futuro radioso davanti a sé, considerando i risultati che fin qui ha saputo ottenere. Per ora, però, il suo sguardo si posa solo sui prossimi step del suo sviluppo.

Il mio obiettivo ora è concludere bene l’ultima stagione da juniores, a partire da Valsugana Wild Ride – afferma la Sukhopalova -. Ho il rammarico di non essermi giocata le mie carte ai Campionati Europei, ma spero di avere una possibilità ai Mondiali. Per il futuro vorrei continuare ad ottenere risultati importanti anche tra le Under 23, lottando per il podio nelle gare in cui sarò impegnata”.

In ritiro a Livigno per affinare la preparazione in vista della seconda parte di stagione, la Sukhopalova non può non pensare alla situazione in cui versa il suo Paese e alle migliaia di concittadini morti nel conflitto in corso. “Per me è un onore indossare la maglia di campionessa nazionale e rappresentare il mio Paese in un momento così difficile per tutti gli ucraini – le parole della Sukhopalova -. Vorrei ringraziare tutti i ragazzi e le ragazze dell’esercito ucraino che in questo momento stanno proteggendo il mio Paese”.

Valsugana Wild Ride, con i suoi due percorsi (Marathon da 62,3 Km e 2.950 m di dislivello e Classic da 31,8 Km e 1.280m di dislivello) è la perfetta sintesi di un evento in grado di coniugare un’anima competitiva con l’obiettivo di mostrare le bellezze naturali del territorio a un’ampia platea di appassionati. In quest’ottica, al fianco delle due gare, Valsugana Wild Ride proporrà anche la “Fun&Ride”, una pedalata non competitiva e aperta a tutti, per godere del territorio senza fretta.