27 Agosto Ago 2022 1809 one month ago

MONDIALI MTB - Storico bronzo nel DH con Davide Cappello

A Les Gets arriva il terzo posto nella discesa per l'azzurro, che taglia il traguardo junior in 3:36.021 - Il CT Fabbri: "Ci contavo, è stata una gara perfetta. Grande Davide"

Whats App Image 2022 08 27 At 12

Les Gets (FRA) - Cresce il medagliere azzurro di Les Gets: dopo l'argento nella prova d'esordio del Team Relay arriva uno splendido bronzo nel Downhill con lo junior Davide Cappello. Bellissima la prova del rider azzurro, che chiude la gara al terzo posto con il tempo di 3:36.021 aggiudicandosi il gradino più basso del podio e una storica medaglia, in ritardo di 7″697 dal nuovo campione del mondo, il britannico Jordan Williams (al traguardo in 3:28.324).

Un risultato che al maschile mancava all'Italia da ben 28 anni: l'ultimo podio azzurro mondiale nel DH è stato infatti nel 1994, quando Corrado Hérin ha conquistato il bronzo Elite ai mondiali di Vail. Argento per l’australiano Remy Meier-Smith, all'arrivo con un ritardo di 5″916 dal britannico.

"Se sono felice? Penso che si capisca..." le parole di un più che soddisfatto CT Simone Fabbri, che alla sua prima esperienza mondiale da tecnico raggiunge un traguardo storico. E aggiunge: "La gara è andata alla perfezione. Non nego che ci aspettavamo un risultato del genere: conosciamo i nostri mezzi, i nostri atleti e le loro capacità. Non era una pista difficilissima ma non era facile andare forte, non c'era nulla di scontato. Ci contavo, ci credevo... Grande Davide!".

"E' stata veramente un'emozione fortissima" il commento di Cappello appena sceso dal podio iridato. E ancora: "E' sempre bello rappresentare i colori azzurri, conquistare una medaglia mondiale però lo è di più. E' stata una gara molto bella, il tifo era strepitoso e mi ha dato la carica per fare decisamente meglio rispetto alle qualifiche: la velocità era diversa e questo ha pagato.

Non termina la gara il compagno di squadra Nicholas Fugazza, che a causa di una brutta caduta durante la run rimedia una frattura scomposta della clavicola. Un peccato per l'azzurro, che aveva chiuso le qualifiche con un ottimo 13esimo posto.

DONNE ELITE - Al femminile, tra le Elite, il titolo mondiale è andato all'austriaca Valentina Höll con il tempo di 3:53.857. La talentuosa ventenne ha completato una discesa praticamente perfetta, conquistando l'ambita maglia iridata. Completano il podio la tedesca Nina Hoffmann, distante appena 906 millesimi dall’oro, e l'uscente campionessa del mondo Myriam Nicole (FRA). Tra le azzurre settimo posto per Eleonora Farina, che perde secondi preziosi a causa di una caduta nella parte centrale del percorso ma regala al pubblico una grande performance condita da saluti e sorrisi, che sul viso di Eleonora non mancano mai. Alle sue spalle l'altra azzurra, Veronika Widmann, che si ferma in ottava posizione.

UOMINI ELITE - E' tripletta francese sul podio degli uomini Elite nel Downhill al Mondiale di Les Gets. A salire sul primo gradino del podio, per la quinta volta, è Loic Bruni, che chiude la sua run con un tempo di 3:20.478. Nonostante una spalla malandata che gli ha compromesso la stagione di Coppa del Mondo, il francese regala spettacolo sul tracciato di casa e di fronte al suo pubblico, riuscendo a rifilare ben 2,581 secondi a Amaury Pierron e 3,386 all'amico d'infanzia Loris Vergier.

Tra gli azzurri, 37esima piazza per Stefano Introzzi e 76esima per Davide Palazzari, che per errore taglia la pista ed è costretto a fermarsi e tornare indietro di qualche metro durante la discesa per evitare una squalifica.

Valentina Vercillo
COMUNICAZIONE FCI

(foto Mondini)